glutei E’ una tecnica non invasiva per contrastare efficacemente adiposità localizzata, inestetismi della cellulite e per rimodellare e ridare tonicità ai tessuti. Si possono trattare tutte le aree del corpo: glutei, addome, cosce, fianchi, ma anche collo, viso, braccia, interno cosce e ginocchia.

Cosa è la radiofrequenza bipolare non ablativa?

E’ una metodica che rappresenta una delle più moderne tecniche utilizzabili nel trattamento dell’antiaging e del rilassamento cutaneo di viso e corpo, capace di dare un aspetto riposato e “giovane” in maniera non ablativa e senza l’utilizzo di aghi o di farmaci da iniettare, quindi scarsamente invasiva. Il principio sul quale si basa questa metodica è che l’energia elettromagnetica generata da appositi apparecchi elettromedicali, penetra nel derma a tutto spessore e percorrendo i setti fibrosi  dell’ipoderma, giunge fino alla fascia muscolare superficiale. L’energia elettromagnetica attraversando i tessuti incontra una resistenza che converte in energia termica. Tale energia termica è tanto maggiore quanto più si scende in profondità negli strati del derma. È proprio questo effetto termico che viene sfruttato dalla radiofrequenza per indurre l’auspicata ristrutturazione cutanea. A differenza dei laser che determinano una ristrutturazione di tipo ablativo agendo sull’epidermide, la radiofrequenza esplica la sua azione in maniera non ablativa modificando alcune strutture del derma.
In particolare: alla temperatura che si raggiunge nel derma profondo, il collagene si denatura e ciò si traduce in un suo  riarrangiamento per cui la molecola di collagene diviene più corta e più spessa, determinando un aumento di consistenza del derma e un marcato effetto tensorio rilevabile all’esame obiettivo sia ispettivamente  che palpatoriamente:il volto e al corpo assumono un aspetto più tonico.
L’insulto termico che la radiofrequenza induce sui fibroblasti determina un incremento della sintesi proteica e la produzione di collagene di tipo I; inoltre recenti studi hanno evidenziato un notevole aumento del numero e dello spessore anche delle fibre elastiche, come è stato dimostrato da esami istologici.
Dagli stessi studi viene dimostrato che tutto ciò avviene in assenza di danno termico, senza infiltrato infiammatorio, nè necrosi tissutale, e con un alto profilo di sicurezza.

Come si esegue la radiofrequenza bipolare non ablativa?

Il trattamento si esegue facendo scorrere un manipolo sul piano cutaneo; è applicabile a diverse zone del viso e del corpo: contorno occhi, solchi naso-genieni, zigomi, collo, décolleté, braccia, interno ed esterno coscia, glutei, addome.
Recentemente è stato consigliato l'utilizzo di tale metodica anche in pazienti affetti da acne, come terapia di supporto nel favorire processi di guarigione delle pustole e di miglioramento dell'aspetto delle cicatrici proprio per l'attivazione dei fibroblasti stimolati dall'azione termica.
Il protocollo terapeutico prevede un ciclo di 4-5 sedute con una frequenza di una volta ogni 15-30 giorni. E’ preferibile programmare delle sedute di mantenimento ogni 24 mesi.

Quali sono le indicazioni principali della radiofrequenza bipolare non ablativa in medicina estetica?

L’ indicazione principale per il trattamento è rappresentata dalla lassità cutanea di viso e corpo: l’effetto termico determina un riarrangiamento della struttura del collagene che diviene più corto e più spesso, e parallelamente un incremento proteosintetico dei fibroblasti con conseguente maggiore produzione di collagene ed elastina.

Quale risultato è lecito attendersi dalla radiofrequenza bipolare non ablativa?

Un miglioramento della trama epidermica con riduzione dell’aspetto tipico della cute invecchiata, un miglioramento del colorito per induzione di processi  vasoattivi, un aumento delle fibre collagene ed una maggiore produzione di fibre elastiche. Tutto questo si traduce in una distensione dei tessuti, una riduzione della lassità cutanea ed un effetto di turgore dei tessuti.

La radiofrequenza viene eseguita attraverso due macchinari:

Velashape

E’ una valida alternativa alle tecniche invasive per contrastare cuscinetti, adiposità localizzate, buccia d’arancia, cellulite e per rimodellare e ridare tonicità ai tessuti. La macchina utilizza la radiofrequenza bipolare con vacuum e luce infrarossi, trattando i tessuti con un manipolo che esegue un massaggio profondo. Il forte riscaldamento del derma stimola la tonificazione e il rassodamento della pelle e aumenta la scissione dei grassi depositati nelle cellule adipose, che si riducono di dimensione. L’azione meccanica contribuisce a drenare i liquidi intercellulari in eccesso.
Il sistema è dotato di due differenti applicatori (body & contour) per il trattamento di tutte le aree del corpo, non solo dei glutei, addome, cosce, fianchi, ma anche collo, viso, braccia, interno cosce e ginocchia.

Reaction

Il sistema Reaction combina due meccanismi: l'energia della Radiofrequenza e la terapia Vacuum. La radiofrequenza  agisce a varie profondità per trattare gli inestetismi della cosiddetta “cellulite”: stimola la lipolisi dell’adipocità e stimola i fibroblasti a produrre collagene, fondamentale per restituire alla pelle tono ed elasticità. La manipolazione vacuum, migliora la circolazione sanguigna e il drenaggio linfatico.