nuoto2Tra i molti temi trattati al recentissimo Congresso SIME, Medici estetici e chirurghi si sono confrontati anche sulla cosiddetta ‘cellulite’, facendo il punto sui dati delle ultime ricerche e sull’efficacia dei trattamenti.

Stile di vita, dieta e attività fisica hanno sempre un ruolo fondamentale: per le donne non in sovrappeso si consiglia una blanda attività aerobica, come la camminata o la corsa leggera, ma è il nuoto lo sport più indicato e completo per contrastare la cellulite.

Nuotando, infatti, si porta l’acqua ad esercitare un massaggio vigoroso e costante proprio sulle zone in cui è spesso presente la cellulite, senza grande sforzo perché il corpo è rilassato durante il galleggiamento. Il massaggio esercitato dall’acqua contribuisce a ridurre il senso di accumulo edematoso delle zone affette da cellulite, migliora il microcircolo contribuendo a sfiammare i tessuti.

Infine praticare il nuoto porta al consumo di almeno 700 calorie per ora, ed è quindi indicato anche per la perdita di peso, insieme ad un regime calorico adeguatamente ridotto.